Dalla pagina di Wikipedia sulla nanotecnologia:

Un’indagine condotta dall’Università del Wisconsin riguardante l’opinione che gli abitanti di 13 Nazioni hanno espresso sulle nanotecnologie ha suscitato interrogativi. Dall’indagine è emersa una evidente maggiore cattiva predisposizione da parte degli abitanti professanti una fede religiosa. In Europa le Nazioni più contrarie alle nanotecnologie sono state l’Italia e l’Irlanda, mentre quelle più favorevoli sono apparse l’Olanda ed il Belgio.

Traetene voi le conclusioni, fare due più due è semplice.

Informazioni su Monsieur en rouge

Lotta continua contro l'Ancien Régime!

Pubblicato il 6 febbraio 2011, in Scienza con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. Eduardo Cappello

    Secondo te è solo o anche il Vaticano?

  2. Non so, ma guardacaso Italia e Irlanda sono, insieme alla Polonia se non sbaglio, i paesi europei più cattolici

  3. Mi sembra una conclusione un po’ superficiale, anche considerando il campione troppo ristretto di Paesi presi in esame. Sarebbe opportuno considerare maggiormente parametri più pregnanti come la diffusione della cultura scientifica e il livello medio d’istruzione. In Europa, ad esempio, ci sono Paesi meno cristianizzati di Belgio ed Olanda. Sarebbe curioso vedere, ad esempio, quale sia il parere sulle nanotecnologie in Estonia o in Albania.

    In generale, quello della contrapposizione insanabile tra scienza e religione è un mito discutibile, per quanto trovi favore presso i fondamentalisti di entrambe le parti.

  4. Direi che prendendo in esame anche quei parametri, giungeremmo comunque agli stessi risultati. La percentuale di semianalfabeti sulla popolazione italiana è paurosamente maggiore di quella in altri paesi europei, per esempio. E di certo non si può dire che la ricerca scientifica italiana sia stimolata, né sul piano economico, né tantomeno su quello culturale, visto che il Vaticano si mette sempre in mezzo come se avesse voce in capitolo nella definizione di cosa deve o non deve stare sui bilanci dello Stato.
    Come te, non sono affatto convinto della contrapposizione assoluta tra scienza e religione, anche se la storia fornisce molti esempi in cui la contrapposizione c’è stata. E poi bisognerebbe definire meglio cosa si intende qui con religione. Io posso benissimo credere in un’entità soprannaturale e indagarne scientificamente il Creato, ma difficilmente posso indagare se c’è un’istituzione che me lo impedisce minacciandomi di mandarmi tra le fiamme dell’Inferno.

    Piccola precisazione: Belgio e Olanda non sono i meno cristianizzati, infatti non volevo far intendere questo. Sono però i meno cattolici, ed è sul cattolicesimo che volevo porre l’attenzione, non sul cristianesimo in genere. E poi, cristiani o meno, di certo i paesi del nord Europa sono i più laici e capiscono bene la differenza tra Stato, che interessa tutti, e Religione, che interessa i singoli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: